Emergenza Coronavirus: Attività Sospese, Divieti e Raccomandazioni

Emergenza Coronavirus: Attività Sospese, Divieti e Raccomandazioni [ Aggiornato 10 Marzo 2020 ]

[Aggiornato 10 Marzo 2020]

Emergenza Coronavirus: attività sospese, divieti e raccomandazioni.

Vista la situazione di confusione ingenerata dalla situazione di emergenza, e dopo aver già affrontato la tematica inerente al rimborso dei voli cancellati causa coronavirus, vogliamo fornire un nostro contributo alla comprensione di quanto disposto dal nostro Governo.

Preliminarmente precisiamo che, come previsto dalla nostra Costituzione, in casi straordinari di necessità ed urgenza, il Governo può adottare provvedimenti provvisori con forza di legge che sono immediatamente esecutivi.

Nell’attuale situazione di emergenza sanitaria il nostro Governo ha ritenuto emanare in data 23 febbraio 2020 il decreto n. 6 cui sono seguite varie disposizioni attuative e da ultime quella dell’8 Marzo  e quella del 9 Marzo. Quest’ultima ha esteso a tutto il territorio nazionale le misure già previste nel DPCM dell’8 Marzo.   

Riassumiamo schematicamente il contenuto delle disposizioni governative ad oggi vigenti in tutto il territorio nazionale. 

Emergenza  Coronavirus: Attività Sospese 🚫

🚫 Ogni spostamento di persone fisiche in entrata ed uscita nonché all’interno del territorio, salvo spostamenti per ragioni di lavoro, salute o necessità. E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. In ogni caso, per spostarsi servirà un’autocertificazione —> CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODULO.

🚫 Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus.

🚫 Divieto di ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico in tutto il territorio nazionale. 

🚫 Sospensione eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, ad eccezione di eventi e competizioni organizzati da organismi sportivi internazionali, purché a porte chiuse e comunque senza la presenza di pubblico.

🚫 Chiusura impianti sciistici

🚫 Sospensione di scuole di ogni ordine e grado, asili e lezioni universitarie

🚫 Chiusura discoteche, scuole di ballo e pub

🚫 Chiusura sale scommesse, sale giochi e bingo.

🚫 Sospensione manifestazioni, eventi e spettacoli (sia teatrali che cinematografici).

🚫 Chiusura musei e luoghi di cultura.

🚫 Sospensione congressi, riunioni e meeting.

🚫 Sospensione viaggi di istruzione.

🚫 Divieto di permanenza nelle sale d’attesa dei Pronto Soccorsi da parte degli accompagnatori dei pazienti.

🚫 Divieto di cerimonie civili e religiose, ivi incluse quelle funebri.

🚫 Sospensione concorsi pubblici e privati ad eccezione dei casi in cui la valutazione dei candidati effettuata su basi curriculari o in modalità telematica e ad eccezione dei concorsi per il personale sanitario e per il personale della protezione civile. 

🚫 Chiusura medie e grandi strutture di vendita, nonché esercizi commerciali all’interno di centri commerciali e mercati nelle giornate festive e prefestive, ad eccezione farmacie, parafarmcie e generi alimentari. 

🚫 Chiusura palestre, piscine, centri sportivi, centri benessere e centri termali.

🚫 Chiusura centri sociali e centri ricreativi.

Emergenza Coronavirus: Attività Consentite ✅

✅ Attività motorie all’aperto purché venga rispettata la distanza di sicurezza di un metro.

✅ Allenamento di atleti agonisti purché a porte chiuse o comunque senza presenza di pubblico.

Attività commerciali purché vengano evitati assembramenti di persone e venga rispettata la distanza di sicurezza di un metro, pena la sospensione dell’attività.

Luoghi di culto purché venga rispettata la distanza di sicurezza di un metro e vengano evitati assembramenti. 

✅ Servizi di ristorazione dalle 6.00 alle 18.00 solo per servizio dei posti a sedere e purché venga rispettata la distanza di sicurezza di un metro, pena la sospensione dell’attività.

✅ Attività formative a distanza.

Emergenza Coronavirus: Raccomandazioni ⚠️

⚠️ I visitatori di strutture residenziali per anziani e RSA devono attenersi alle nuove regole dettate dalla direzione sanitaria della struttura per prevenire la diffusione di infezioni.

⚠️ Le persone anziane o con patologie croniche ovvero con stati di immunodepressione devono evitare di uscire dalla propria abitazione. 

⚠️ Gli spostamenti di tutte le persone fisiche dovranno essere limitati ai soli casi strettamente necessari.

⚠️ Ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre é fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e di limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante. 

⚠️ Nelle pubbliche amministrazioni, nelle aree di accesso alle strutture sanitarie e in tutti i locali aperti al pubblico dovranno essere messe a disposizione degli utenti soluzioni disinfettanti per le mani.

⚠️ Chiunque abbia sostato o sia transitato nelle zone a rischio epidemiologico deve darne comunicazione al dipartimento di prevenzione dell’ASP competente ovvero al proprio medico/pediatra.

Emergenza Coronavirus: Attività da Incentivare ✳️

✳️ Attività didattica a distanza.

✳️ Lavoro agile (telelavoro o smart working) anche in assenza di accordi individuali.

Emergenza Coronavirus: Misure Igienico-Sanitarie da Adottare 🏩

🏩 Lavarsi spesso le mani.

🏩 Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.

🏩 Evitare abbracci e strette di mano.

🏩 Mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro.

🏩 Starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie.

🏩 Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri.

🏩 Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

🏩 Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.

🏩 Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

🏩 Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

Vi ricordiamo che tutte le disposizioni adottate in questo periodo di emergenza dal Governo sono immediatamente esecutive e, pertanto, invitiamo ad adeguare lo stile di vita alla normativa attualmente in vigore al fine di evitare spiacevoli conseguenze. 

Infatti, come prevede il DPCM, in caso di mancato rispetto degli obblighi ivi enunciati trova applicazione l’articolo 650 del codice penale il quale prevede che “Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall’Autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica, o d’ordine pubblico o d’igiene, é punito, se il fatto non costituisce un più grave reato con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a duecentosei euro”. 

Ti E' Piaciuto questo Articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su print

Altri Articoli: